RENATO VARESE, IL SILENZIO DELLA PITTURA NEL SEGNO DI UN UOMO ALLA RICERCA DEL SUO TEMPO Giuseppe Recchia

 

Renato Varese, pittore, scultore e ceramista, ma anche grafico e calcografo,  ha 90 anni  portati con il ritmo delle sue passioni e delle visioni. Sempre con il pennello in mano e nella mente alla ricerca di un tempo che da Marcel Proust in poi sembra smarrito in qualche angolo di mondo ma che lui è sempre capace di ritrovare e d’inventare tanto che un giorno, lasciandosi andare, ha detto”Sono abbastanza vecchio per essere saggio e lascio agli altri la responsabilità del giudizio e, alle mie opere, il tempo di suggerire chi sono e chi sono stato. A me resta il compito che mi sono posto quando mi sono sentito pittore, quello di lasciare un segno del passaggio, sperando che si possa dire che non sono passato invano. Capace di grande moralità nella vita e in pittura, cosa che a molti pittori sfugge negli anni, facendosi vittime dell’inclemenza dei tempi, Lui, senza badare a nulla, così si esprime“Io, almeno, confido che in ciascun mio atto, in ciascun momento della mia pittura, per quanto crudo e amaro possa apparire, si noti il segno di una profonda moralità. Voglio esprimermi in senso morale; e non a caso uso l’allegoria, il simbolo e l’allusione”.

renato 2

Tutto si può mangiare anche una natura morta.

Poi, come se non bastasse, volendo esprimere la sua vena piuttosto onirica, aggiunge, con parole da filosofo anticoSo, per altro, che il mondo è un po’ dei Santi e dei sognatori, così anch’io trovo il mio posto perchè, se non sono santo, sono e resto un sognatore, un uomo che percorre negli affetti e nel lavoro la sua strada silenziosamente, attento allo stormire delle foglie e al mutare delle stagioni, un uomo che trova nella ricerca dell’arte quello che le definizioni non dicono, la coscienza di essere sempre più vicino alla fine, ossia alla realtà. …”

file_0

Il sublime nell’arte esiste ancora

 La sua è arte e tecnica, spirito e fantasia. Potrei definirla arte figurativa ma nel rigagnolo delle sfumature è informale e surrealista. Dura nel tempo ed ha estimatori ovunque, in cielo ed in terra, in Africa e in Australia ove le stagioni fanno sentire il cambiamento del tempo e le nuvole volteggiano come le ali di un gabbiano.

enato pittore 4

Fra cielo e terra nelle ali di un gabbiano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...